lunedì 14 marzo 2016

Recensione "Monster Hunter 4 Ultimate" per Nintendo 3DS

Cercare di recensire un gioco immenso come Monster Hunter è un'impresa epica, lo ammetto, ma dal momento che lo sto giocando da parecchi mesi (dal mio compleanno, precisamente, quindi si parla di 4 mesi pieni!) direi che un'idea chiara me la sono fatta!
Piccola premessa: Monster Hunter è una serie che adoro alla follia, ho giocato il Tri per la Wii fino a collezionare un numero imbarazzanti di ore, per cui la recensione potrebbe essere un pelino entusiastica!



Trama e Personaggi

Cominciamo col dire che non vi è un eroe predefinito, sarà vostro preciso compito crearlo dal nulla, settando diversi parametri quali colore capelli/occhi, tipo di viso, voce ecc ecc. Un primo punto a favore va proprio alla personalizzazione, che per quanto limitata (non abbiamo fra le mani un The Sims 4, ecco!) è davvero ben caratterizzata.
Per quanto riguarda la trama del gioco, diciamo che è molto.. Come dire.. Secondaria, ecco. Inizierete la vostra avventura incontrando il misterioso Carovaniere, che vi assumerà come Primo Cacciatore (o Prima Cacciatrice, ovviamente) nella sua compagnia itinerante. Col passare del tempo vi renderete conto che il vostro titolo vi obbligherà a salvare dalle incursioni di temibili mostri diversi villaggi (che sbloccherete durante la trama).


Innovazioni

Come funziona Monster Hunter? Partiamo dal presupposto che non vi sono classi fra cui scegliere, bensì vi sono 14 tipi di armi disponibili, ognuna con propri colpi speciali e abilità. Fra queste troviamo i classici spadoni a due mani, spada e scudo, katane... Ma anche due armi innovative che sono state create appositamente per questo titolo!
Sto parlando dell'Insetto Falcione (Insect Glave) e della Spad'ascia Caricata. Il primo è sostanzialmente un bastone (quindi NON è un'arma da taglio) accompagnato da un insetto di varie forme e colori che permette al cacciatore di ottenere vari bonus. L'insetto infatti viene scagliato verso il mostro che si sta affrontando e a seconda della parte che colpisce, torna indietro portando un bonus con sé: in linea di massima:


  •  Colpendo la testa si ottiene il bonus d'attacco (contrassegnato da un colore rosso)
  •  Colpendo il corpo del mostro si ottiene il bonus di difesa (contrassegnato dal colore arancione)
  • Colpendo le zampe del mostro si ottiene il bonus di potenziamento per gli altri bonus (contrassegnato dal colore bianco)
  • Colpendo la coda del mostro si ottiene un recupero di vita (contrassegnato dal colore verde).

Immagine reperita sul Web

La spad'ascia caricata, invece, appare come una normale spada con scudo, ma tramite un tasto apposito può trasformarsi in un'ascia e generare un colpo di grande impatto. Da queste due brevi descrizioni appare lampante che, mentre il Falcione è utilizzato sopratutto come arma di supporto (l'attacco non è molto alto), la Spad'ascia caricata invece grazie alla sua componente Ascia permette attacchi molto potenti.


Immagine reperita sul Web
Immagine reperita sul Web











Penultima ma non meno importante innovazione, è la possibilità di salire sui mostri, cavalcarli (comparirà una barra accanto al vostro personaggio, con la testa del mostro stilizzata a fare da segnalino: in caso la testa sia verde, potrete premere ripetutamente il tasto X per pugnalare il mostro, in caso la testa sia rossa dovrete tenere premuto R per rimanere aggrappati al mostro) e, in caso di successo, buttarli giù. Il Falcione insetto, grazie al suo attacco stile salto con l'asta, è l'arma ideale per salire in groppa ai mostri, ma è possibile in qualsiasi momento e impugnando qualsiasi arma, replicare la manovra saltando da una posizione sopraelevata sulla schiena del mostro che si sta combattendo! Durante il momento di 'cavalcata', in caso di online è bene ricordare ai giocatori che vi stanno aiutando di NON attaccare il mostro, vi sbilancerebbero rendendo vana tutta la manovra!



Immagine reperita sul Web

E infine, la grande novità di questo capitolo sono i compagni Felyne che ci accompagneranno durante il nostro viaggio! Il primo compagno potremo crearlo subito dopo aver elaborato il nostro cacciatore, scegliendo fra una selezione di tratti quale forma degli occhi, delle orecchie ecc. Sarà possibile fornirgli un equipaggiamento (armi, torso e testa) e cambiare le sue abilità tramite la bacheca che troverete in fondo alla vostra tenda. Per cambiare le abilità dovrete prima aver incontrato e assunto altri Felyne, i quali apparterranno tutti ad una classe (che potrà essere di guarigione, di supporto trappole e via dicendo): selezionando fra i titolari due o più Felyne con la stessa classe, il vostro primo compagno acquisirà le abilità tipiche di quella classe. Per esempio, avendo due titolari con abilità di guarigione, il vostro primo compagno sarà in grado di usare l'abilità Corno Curativo, e di ripristinare una piccola porzione della vostra vita durante le battaglie. Comodo, no?



Immagine reperita sul Web


Giocabilità 


Ora, dopo questo breve excursus sulle armi e sui Felyne, possiamo passare alla struttura del gioco: in ogni villaggio o città che visiterete ci saranno degli 'elementi' fissi (come il fabbro, il venditore di oggetti ecc): fra questi ci sarà anche la ragazza della Gilda, la quale vi fornirà (nella modalità offline) le missioni da affrontare. 
Una volta selezionata la missione sarà possibile parlare col cuoco/gatto (altro elemento fisso) che vi permetterà di rifocillarvi con un pasto. Scegliendo due ingredienti dalla sua lista avrete modo di potenziare la vostra vita e la vostra resistenza e di scegliere uno o più bonus sfruttabili durante la battaglia: potrete per esempio ottenere più soldi a fine partita, oppure incrementare molto l'attacco, o aumentare la resistenza a qualche elemento!


Immagine reperita sul Web

In missione, se siete ancora di livello basso vi troverete sempre nel campo base, con accanto una cassa blu (piena di scorte per rendere la vostra caccia più agevole) e una rossa (in caso la missione preveda anche la raccolta di oggetti specifici, è li che dovrete andarli a posare!). In caso siate di livello più alto, invece, sarà possibile trovarvi in un punto qualsiasi della mappa, se siete molto sfortunati, in mezzo alla lava o davanti al brutto muso del mostro!

Per il resto, è semplice: la maggior parte delle missioni prevedono l'abbattimento del mostro di turno o la sua cattura (effettuabile con trappole e tranquillanti), per cui dovrete solo partire e.. Beh, colpire!
Per quanto riguarda l'online il funzionamento è lo stesso, solo dovrete raggiungere la sala di raccolta (o quella antica, a seconda del vostro grado cacciatore) e parlare con una delle signorine della gilda. Potrete creare una stanza selezionando determinate categorie (per esempio, missioni di livello basso, o un mostro in particolare) oppure unirvi ad una stanza pre-esistente!

Opinioni Opinabili


Io adoro Monster Hunter, lo adoro da impazzire. Inizialmente ero un po' perplessa riguardo questo capitolo: ho avuto modo di provare la demo molto tempo fa, e sinceramente non mi aveva colpita molto. I comandi erano un po' rigidi, l'assenza di un secondo stick analogico (gioco con un Nintendo 3DS XL vecchio modello) rendeva difficile ottenere una visuale piena, e le troppe spiegazioni iniziali mi avevano mandata nel pallone. Insomma, volevo solo battere un Gran Jaggi, che me ne fregava di saltare in testa al mostro?

Quando invece mi è stato regalato per il mio compleanno dalla mia dolce metà ho avuto modo di provarlo con più calma, di scoprire l'arma più affine al mio stile di gioco (ovviamente parlo del Falcione Insetto, eh eh) e di rimanere stregata dal sistema di gioco, in particolare dalla vena collezionistica per quanto riguarda armi e armature.
Se proprio devo trovare un difetto, è l'assenza dell'esplorazione libera: in Monster Hunter Tri era possibile andare nel Bosco di Moga per raccogliere oggetti e fare scorta di provviste (quante ore buttate alla ricerca di miele ed erbette!). In questo capitolo invece non vi è tale possibilità, l'unica cosa che vagamente ci si avvicina è l'Esplorazione, ossia mappe chiuse con mostri variabili e oggetti da raccogliere. Non è, però, la stessa cosa, dal momento che la mappa cambia costantemente e che gli oggetti reperibili spesso non sono granché.
Insomma, mi rendo conto che non sia un gioco per tutti, dal momento che alla lunga può essere frustrante (sopratutto nei livelli più alti) e che la mancanza di una trama solida possa scoraggiare i più dal provarlo.. Ma io ve lo consiglio spassionatamente! Sono dell'idea che, se trovato ad un buon prezzo, ne valga veramente la pena! Nei Gamestop è reperibile a prezzo di 45,98 euro (un po' tantino..!) mentre su Amazon è possibile trovarlo spesso a metà prezzo!