domenica 3 maggio 2015

Recensione e Opinioni sulla crema "Zero Difetti" di Yves Rocher

Fin da quando ho memoria, la pelle del mio viso mi ha sempre dichiarato guerra. Nell'adolescenza con secchezza e acne, nella maturità (Maturità? Ma dove?) con una mistezza insidiosa. Insomma, va a periodi.
Da quando prendo la pillola, la situazione sembra essersi stabilizzata. Niente acne, niente secchezza, una pelle mista tendente grassa nella zona T ma niente di problematico. L'unico grande problema è stato trovare delle creme per il viso che non mi facessero dannare.
Sulle prime mi sono trovata molto bene con alcune creme Bottega Verde: quella alle Mandorle Dolci per il giorno, e quella al Burro di Karitè per la notte. Entrambe, pur non essendo dotate di Inci immacolato, hanno svolto bene le loro funzioni, senza però piacermi più di tanto. Al termine di quella da giorno, infatti, mi sono detta: perché non provare qualcos'altro? Magari qualcosa di più mirato alla mia pelle, per una volta?
Ho provato con la crema all'Argan (sempre Bottega Verde) regalatami da una persona meravigliosa ma.. Argh, mi ha fatto venire un brutto sfogo. E sulle prime ci sono rimasta malissimo, perché l'odore è PARADISIACO.
Ho dovuto perciò deviare su un altro prodotto, la Gel Crema Zero difetti di Yves Rocher.
L'ho acquistata con lo sconto del 40%, pagandola solamente 6 euro anziché 10. Normalmente mi tengo alla larga da creme che promettono 'Zero difetti' e altre panzane simili, ma dopo aver letto qualche recensione online ho deciso di buttarmi. E devo dire di aver fatto proprio bene!




Packaging:

La crema è contenuta in una scatolina di cartone verde chiaro, dove vi sono riportate le indicazioni base (marca, nome della crema ecc) e l'Inci (di cui vi parlerò dopo nel dettaglio).



Il barattolo in cui è contenuta la crema è in vetro trasparente, molto utile per capire quanta crema effettivamente vi sia dentro. Sul fondo della crema vi sono indicate altre informazioni essenziali fra cui il PAO, di 6 mesi. 



Il tappo, invece, è in plastica verde, e sul lato troviamo il nome della marca in rilievo. Personalmente trovo la confezione essenziale ma elegante al tempo stesso, forse un po' scomoda per i viaggi, essendo il barattolo in vetro.

Inci:

Aqua
Glycerin
Alcohol
Zea Mays Starch
Polyglyceryl 3 Dicitrate/Stearate
Methylpropanediol (Non ancora classificato)
Coco-Caprylate/Caprate
Dimethicone
Glyceryl Stearate
Sesamum Indicum Seed Oil
Aphloia Theiformis Leaf Extract
Acrylates/C10-30 Alkylacrylate Crosspolymer
Zinc Gluconate
Salicylic Acid
Parfum 
Sodium Hydroxide
Xanthan Gum
Tocopheryl Acetate
Tocopherol
Scutellaria Baicalensis Root Extract



Insomma, l'Inci sarebbe splendido senza quei due pallini rossi, in particolare mi riferisco al Dimethicone, che situato in una delle prime posizioni non è per niente rassicurante.

Considerazioni:

Io mi sono trovata veramente, ma veramente bene. La crema si asciuga in un minuto, lasciando la pelle liscissima e levigata (a differenza di altre creme che lasciano, anche a distanza di ore, una sensazione sgradevole di appiccicume). 




La consistenza della crema è quasi un gel, il che facilita molto il processo di asciugatura della sostanza, come potete vedere nella foto.



Dopo più di tre mesi di test posso ritenermi davvero soddisfatta, e vi spiego perché. Ho sempre avuto una pelle molto esigente, come già spiegato prima, ma le creme testate finora erano ... come dire ... la loro presenza era un optional. Mettere la crema o non metterla non mi cambiava la giornata, ecco. Questa crema invece mi ha sorpresa, perché ha rivoluzionato la mia pelle. Dopo circa un mese di utilizzo costante, sono dovuta andare un paio di giorni fuori casa, e non ho avuto modo di usarla. La mia pelle ha avuto uno sbalzo immenso, la sentivo meno idratata e più propensa a insidiosi brufoletti malvagi: ciò mi ha fatto immediatamente percepire la differenza fra le creme passate e questa crema meravigliosa.



Passando agli svantaggi, però, c'è da dire che non va assolutamente bene nel contorno occhi. Mettendola troppo vicino alla zona occhiaie, ho notato infatti un fastidio intenso agli occhi, tanto da dover lavar via tutto quanto per smettere di lacrimare. Una volta capito quanta crema fosse opportuno mettere e dove, però, tutto è tornato alla normalità. Nella confezione, poco sotto l'Inci, è consigliato tramite icona di evitare il contatto della crema con gli occhi. Io, personalmente, vi consiglio di evitare TUTTA la zona del contorno occhi, ond'evitare brutte situazioni.



Insomma, se non fosse per l'Inci e la faccenda del contorno occhi, questa crema sarebbe LA crema definitiva. Anche il suo prezzo abbordabile e la profumazione delicata, oltre alla consistenza morbida e setosa, la rendevano un'ottima candidata per il posto di Crema suprema. Purtroppo gli svantaggi mi portano a promuoverla solo parzialmente; il Dimethicone in viso, no, grazie. Pertanto continuerò ad usarla e a godere dei vantaggi che mi offre, ma una volta terminata la confezione, a meno che non avvenga un cambio di Inci, non la ricomprerò.